Twitter e la rete si scatenano contro Report. Una riflessione.

Condividi, fai crescere BananAffair!

La puntata di ieri sera di Report, programma di denuncia e approfondimento di Rai Tre condotto dalla Gabanelli, ha analizzato i Social Network, internet e le insidie del marketing web.
La rete, che è stata grande supporter del programma in momenti di accuse e difficoltà, si è ribellata senza mezzi termini infuocando il Social Network Twitter, con scambi di battute e critiche davvero taglienti. Non sono mancate le voci fuori dal coro, ma davvero in numero limitato.

L’accusa mossa dalla rete è di aver affrontato il discorso “web e social media” con un allarmismo esagerato, dando l’impressione che il pericolo si dietro ogni link. Ancora oggi minuto dopo minuto, la lista dei commenti su Twitter si aggiorna e si allunga.

Abbiamo visto ieri la trasmissione e non ci è piaciuta. Internet e i servizi che offre devono essere presentati, secondo noi, per quello che sono, cioè un potentissimo strumento che, per citare Spiderman, dona grandi poteri, ma che comporta anche grandi responsabilità. Già, perchè questo è il punto. Molte persone non hanno ancora capito che la vita online non è una vita “virtuale”, ma è  qualcosa che di giorno in giorno diventa sempre più reale, dove ad un’azione corrisponde una reazione spesso amplificata dalle potenzialità della condivisione.

Dobbiamo smettere di equiparare Internet al computer. Quando spegniamo il pc, la vita online continua e le responsabilità di ognuno non decadono quando togliamo la corrente.

Insomma, il web è come la strada, deve essere utilizzato con rispetto e con giudizio, facendo attenzione ai rischi che si corrono senza vivere nella paura.

Commenti Da Facebook

Ci sono 5 commenti pubblicati direttamente su BananAffair

  1. TheBigMtt - 11 aprile 2011

    ma che razza di reportage e’ questo?

    “se l’era tirato giù” – “se ti vai a leggere” – “vi scodellano” questa è la professionalità di questo servizio!!

  2. Tetsuo - 11 aprile 2011

    Io ho molto apprezzato la trasmissione, che per precisione è di Rai 3.
    Che ha fatto il punto sulla raccolta dei dati personali, questione trattata dalla rete, e che ha fatto nascere anche il progetto diaspora. Per non parlare delle mille critiche a google sull’utilizzo dei cookie e dei dati personali in genere.
    Si può criticare il linguaggio, che a quanto pare è il punto più criticato, ma ricordiamo che la trasmissione è per una rete genralista, quindi rivolto anche a chi non ha mai avuto a che fare con internet.
    Inoltre voglio segnalare la risposta della Gabanelli a riguardo: http://video.unita.it/media/Report_allarmista_la_replica_di_Gabanelli_2612.html

  3. FattoreWoW - 11 aprile 2011

    Esatto, ottimo ragionamento. Proprio perché è rivolto ad un pubblico vasto bisogna fare molta attenzione a come si discutono alcuni aspetti della vita online, siano questi belli o brutti. Il problema è che ieri ad ogni dato, ad ogni frase ad effetto che usciva dalla tv, mia madre mi chiedeva preoccupata “Ma davvero?”. La risposta corretta è “Si, ma…” o “In parte, ma…”.
    Grazie mille per il video, interessante, l’avrei perso di sicuro!
    Giusto informare, spero solo che i genitori ora non precludano del tutto il Web dai giovani, altrimenti l’Italia è finita per davvero.

  4. FattoreWoW - 11 aprile 2011

    E grazie per la precisazione della rete, la correggo.

  5. Gjidea - 12 aprile 2011

    @Tetsuo.
    Concordo RAI3 è una rete generalista, ma non è che non abbiano insidie di cui parlare (cokie traccianti, spoofing e varie). Quello di cui non mi capacito è che in Italia, nel 2011, stiamo parlando come si parlava di Internet 10 anni fa. Gente che si butta suu Facebook e poi si stupisce e cerca l’orco cattivo.
    Trovo deludente, per noi che sul web ci confrontiamo, parlare di trappole e non di opportunità!

Lascia un commento


Nome (Richiesto)

E-Mail (Richiesta)

Sito Web

Get Adobe Flash playerPlugin by wpburn.com wordpress themes

Il nostro uso dei cookie

Come la maggior parte dei siti web, anche noi utilizziamo i cookie per fornire un servizio personalizzato e reattivo. Utilizziamo i cookie per consentire al nostro sito web di funzionare in modo più efficiente e per migliorarne le prestazioni.
Occorre solo un ok per proseguire.
Diversamente, cliccando sulla croce, i cookie saranno disabilitati.

Cliccare per proseguireAccetto i Cookie