Recensione di Star Wars: The Force Unleashed 2. The dark side of Lucas Arts.

Condividi, fai crescere BananAffair!

“Star Wars: The Force Unleashed 2” (da ora SWFU2) parte bene, anzi benissimo: lo installate agevolmente, lanciate l’esecutivo e vi trovate a fissare dei bellissimi menù pixellosi (persino alle alte risoluzioni); per fortuna quest’anno hanno introdotto la possibilità di modificare le impostazioni grafiche perciò il disappunto passa in fretta.

Così, paghi dell’antialising a 16x, vi armate di mouse + tastiera e vi buttate a capofitto in una nuova avventura jedi: vi aspettate una storia intensa come quella del primo episodio (francamente migliore dell’intera ultima trilogia) con un sacco di bei filmati carismatici, una campagna lunga e densa di spadate laser, nuovi poteri della forza in grado di far impallidire il già pallido Imperatore.

Star Wars: the Force Unleashed 2

Star Wars: the Force Unleashed 2

Beh, temo dovrete aspettare il prossimo capitolo miei cari Padawan.
SWFU2 non è il gran gioco che vi aspettavate; per carità, l’inizio è coinvolgente, con il caro Starkiller vivo e vegeto e intento a fuggire da Kamino, il pianeta che ospita la fabbrica dei cloni. Come mai è ancora vivo dopo gli eventi narrati nel primo episodio? Cosa sono queste visioni che lo tormentano? E’ ancora un burattino nelle mani del suo maestro Darth Vader? E’ un clone o meno? Queste sono le domande che ci attanagliano, e delle quali dovremo cercheremo (invano) le risposte.

Un breve tutorial illustra le abilità principali e ci permette di prender confidenza con il nostro protagonista, armato stavolta di ben due lightsaber (perché lui è un figo da paura): il combattimento è in stile God of War,si menano fendenti pigiando furiosamente il tasto sinistro del mouse contro un numero pressoché infinito di Stormtroopers (ah, non sforzatevi di cercare fra i menù le descrizioni delle combo, non le troverete!).

Se riuscite a vedere il comando "Spazio", siete dei maestri Jedi con 20 decimi per occhio.

Se riuscite a vedere il comando "Spazio", siete dei maestri Jedi con 20 decimi per occhio.

L’altra anima dei combattimenti è l’utilizzo della Forza e vi assicuro che è veramente appagante: possiamo afferrare e muovere a piacimento qualsiasi oggetto o nemico a portata, scaraventarlo contro i muri o buttarlo giù dai precipizi, si può perfino bloccare un tie-fighter in volo e comprimerlo come farebbe uno sfasciacarrozze con la vostra amata automobile. Gli altri poteri comprendono il fulminazzo, il lancio delle spade laser e altri trucchetti jedi che non voglio anticipare: vorrei solo sottolineare come l’utilizzo dei poteri sia in effetti la parte meglio riuscita del gioco, in grado di farvi provare davvero cosa significhi essere uno jedi. E farvi dimenticare momentaneamente le magagne del gioco: i combattimenti sono davvero ripetitivi, soprattutto perché le ambientazioni sono ripetitive e perché le situazioni in cui vi troverete sono, pensa un po’, ripetitive! La varietà dei nemici è minima: vi attaccheranno in massa ma ogni tipo di avversario ha il suo punto debole perciò la vittoria dipenderà esclusivamente dall’affrontare i nemici nel corretto ordine, sbarazzandovi prima delle seccature e dedicandovi

Screen di The Force Unleashed 2

Screen di The Force Unleashed 2

successivamente ai poveri cloni.

Di tanto in tanto, l’abbattimento di alcuni avversari richiederà il completamento di una QTE (Quick Time Event), ovvero una sequenza breve di comandi da premere: tanto per rendere più divertenti le cose, i simpatici programmatori si sono impegnati a rimpicciolire le icone e mimetizzarle con lo sfondo, sicché vi capiterà saltuariamente di mancare l’ultimo comando di una sequenza.
E quando sarete diventati bravissimi nelle QTE e a massacrare gli avversari e la storia sembrerà prendere una piega più intrigante e penserete addirittura che SWFU2 si stia riprendendo,

trasformandosi da bruco a farfalla…il gioco termina. Non voglio rovinarvi la sorpresa, ma anche il finale è sottotono e stucchevole: tutti i dubbi del nostro alter-ego rimangono senza risposta, lasciandoci quella sensazione di “occasione sprecata”

Screen di The Force Unleashed 2

Screen di The Force Unleashed 2

e di irritazione mista a rabbia cocente.

Conclusioni? SWFU2 è un fallimento da un punto di vista prettamente numerico: poche novità, pochi filmati, poca trama, scarsa varietà di nemici ma soprattutto poche ore di gioco e quindi pochissimo divertimento. Se amate alla follia l’universo di Star Wars, questo gioco vi deluderà, soprattutto se avete giocato al primo capitolo; se non siete fans invece, il gioco vi divertirà per 3 ore e vi deluderà per il restante tempo (consiglio il primo capitolo, decisamente migliore).

Il Single player dura 4/5 ore e il videogioco (la versione PC) è venduta a 50 €: sono brillante in matematica e vi dico che ogni ora di gioco vi costerà 10 €. Non ne vale la pena, decisamente.

Nemmeno la presenza di Guybrush Threepkiller può risollevare le sorti di questo gioco.

Nemmeno la presenza di Guybrush Threepkiller può risollevare le sorti di questo gioco.

Commenti Da Facebook

Ci sono 4 commenti pubblicati direttamente su BananAffair

  1. Andrea - 5 novembre 2010

    Recensione davvero divertente e accurata! Complimenti, continuate così!

  2. Nikopolidis - 9 novembre 2010

    Bella recensione! Effettivamente 4/5 ore di gioco sono un po’ pochine…

  3. Apollo33 - 11 novembre 2010

    Guarda,credo sia il videogame più corto a cui abbia mai giocato, in realtà la durata è più vicina alle 4 ore.

  4. X-Com: quando tornare indietro nel tempo costa appena 14 euro « BananAffair.it - 1 dicembre 2010

    [...] euro tornerete indietro di 10 anni e vi godrete tante, tante , tante ore di gioco! Rileggetevi la fine della recensione dell’attualissimo Star Wars: the force unleashed e ditemi se non ne vale la [...]

Lascia un commento


Nome (Richiesto)

E-Mail (Richiesta)

Sito Web

Articoli che potrebbero interessarti

In % è espresso il grado di correlazione con l'articolo di questa pagina.


Si sta già facendo conoscere con i suoi articoli approfonditi e arguti sul mondo dei videogames.

Vedi tutti gli articoli dell'autore

Get Adobe Flash playerPlugin by wpburn.com wordpress themes

Il nostro uso dei cookie

Come la maggior parte dei siti web, anche noi utilizziamo i cookie per fornire un servizio personalizzato e reattivo. Utilizziamo i cookie per consentire al nostro sito web di funzionare in modo più efficiente e per migliorarne le prestazioni.
Occorre solo un ok per proseguire.
Diversamente, cliccando sulla croce, i cookie saranno disabilitati.

Cliccare per proseguireAccetto i Cookie