La Svizzera contro Google Maps

Condividi, fai crescere BananAffair!

Svizzera contro Google Maps

Street View e la bufera svizzera.

Sembra che i legali del colosso americano non prenderanno ferie nemmeno quest’autunno.

Dopo la grossa questione sulla legittimità o meno della distribuzione dei contenuti editoriali sollevata in Italia, anche la Svizzera gioca la carta del tribunale.

Al centro della discussione c’è questa volta Street View l’incredibile database di foto a livello stradale che integra le mappe di Google Maps. L’applicazione consente una visione a 360 gradi di ogni strada di ogni città del mondo e molto spesso anche di centri abitati più piccoli.

A quanto pare “numerose facce e targhe di veicoli non sono sufficientemente irriconoscibili”, ha dichiarato il commissario per la protezione dei dati Hanspeter Thuer.

Google si dice deluso da questa protesta, visti gli sforzi impiegati a tutela della privacy. Considerando la grandeza del progetto di raccolta di fotografie di tutte le strade del mondo, è comprensibile che vi siano delle pecche.

Se quella li fosse vostra zia Maria, non la riconoscereste?

Se quella fosse la zia Maria a passeggio con l'amante, non la riconoscereste?

Il sig Thuer è però particolarmente preoccupato per la privacy di persone mostrate in luoghi sensibili come le vicinanze di ospedali, prigioni o scuole. Sostiene inoltre che l’altezza della fotocamera sia problematica, in quanto permetterebbe di vedere al di là di recinzioni, siepi e muri; il che significa che Street View darebbe ben più informazioni di quelle che vedrebbe un normale passante.

Ma cosa ci fa mio cugino in giro con la mia bici?

Non c'è dubbio... Come potrei non riconoscere il signore in giacca rossa se fosse mio cugino in giro con la bici che non volevo imprestargli!?

Il commissario ha poi aggiunto che in Agosto è stato inviato un avvertimento a Google rispetto all’irregolarità del servizio rispetto alle leggi svizzere, ma che l’azienda non ha rispettato le richieste.
È probabile che passeranno dei mesi prima che inizi un procedimento giudiziario, ma la notizia potrebbe avere un impatto immediato sulla disponibilità del servizio in tutto il paese.

L’onorevole Thuer ha chiesto al tribunale di ordinare a Google di rimuovere tutte le immagini della Svizzera e di cessare di le riprese di immagini fino a quando vi sarà una sentenza definitiva.

Commenti Da Facebook

Ci sono 2 commenti pubblicati direttamente su BananAffair

  1. Google spione raccoglie dati sul Wi-fi - 28 luglio 2010

    [...] A quanto pare, Google ha “accidentalmente” raccolto dati estraendoli dalle nostre reti Wi-fi domestiche attraverso dispositivi piazzati sulle auto usate per raccogliere immagini per il già controverso Street View. [...]

  2. djhell - 19 agosto 2010

    Oh poveri svizzeri.. Non sono rigidi a sufficienza nel vivere che devono mettersi contro un colosso come google?
    Svizzera 0 – Google 1. :)

Lascia un commento


Nome (Richiesto)

E-Mail (Richiesta)

Sito Web

Articoli che potrebbero interessarti

In % è espresso il grado di correlazione con l'articolo di questa pagina.


Nato ad Helicon, regione di Arturo il 11988 E.G. / -79 E.F. Ha studiato presso l'Università di Streeling

Vedi tutti gli articoli dell'autore

Get Adobe Flash playerPlugin by wpburn.com wordpress themes

Il nostro uso dei cookie

Come la maggior parte dei siti web, anche noi utilizziamo i cookie per fornire un servizio personalizzato e reattivo. Utilizziamo i cookie per consentire al nostro sito web di funzionare in modo più efficiente e per migliorarne le prestazioni.
Occorre solo un ok per proseguire.
Diversamente, cliccando sulla croce, i cookie saranno disabilitati.

Cliccare per proseguireAccetto i Cookie