La Tv è morta o si sta evolvendo?

Condividi, fai crescere BananAffair!

L’era della TV con palinsesto deciso dall’alto è oramai passato.

La tv è morta o sta crescendo?

Con i device come MySky oppure offerte come la Tv di Alice il “quando” lo decidiamo noi utenti.

Ma io, sarà per affezione, direi che non sta morendo ma che si sta evolvendo, sta diventando più matura.

Ovvero la TV è stata per molto tempo il focolare delle famiglie, poi è stata spodestata dal Pc, grazie a YouTube (parafrasando “Tu sei/decidi cosa va in onda sul tuo tubo catodico”), Facebook e Messagistiche varie. Ma, secondo me, il concetto non è la guerra al mezzo ma ciò che il mezzo ci offre. A casa mia nelle cene tra amici, sempre più spesso dopo cena tra dessert e caffè, si gira su YouTube collegato alla TV (E per cortesia non ditemi che è patetico perchè ognuno fa ciò che vuole) per sentire musica, guardare video e commentare i fatti accaduti.

Quindi il mio schermo televisivo (per purezza di termini) mi offre sia canali pre-impostati, che mi permettono di tenerla acceso senza badare troppo a cosa c’è, sia un’offerta che mi permette di scegliere ciò che voglio vedere tramite il collegamento al Pc.

Tra l’altro credo che il palinsesto ogni tanto faccia piacere, io non so tutto quello che potrebbe interessarmi, mi piace farmi stupire.A volte è divertente perdersi per scoprire strade nuove, solo a volte mi piacerebbe avere la possibilità di fermarmi e prendere una deviazione, far deviare la mia strada verso un percorso suggerito. Ovvero poter ampliare il discorso su qualcosa che ho appena visto, memorizzare i possibili link, memorizzare cose di cui potrei fruire in un secondo tempo: degli Hyperlink ma direttamente sulla mia TV.

Il concetto è che non sai cosa ti può interessare se non lo conosci.

Commenti Da Facebook

Nessun commento.

Lascia un commento


Nome (Richiesto)

E-Mail (Richiesta)

Sito Web

Articoli che potrebbero interessarti

In % è espresso il grado di correlazione con l'articolo di questa pagina.


Gjidea vive a Torino ed è colei che si occupa della grafica e del codice di BananAffair. Dopo essere stata CEO di You Too Videogames si è specializzata in Web Communication. Ha vissuto qualche tempo a Parigi (esperienza super entusiasmante) e ora ha aperto a Torino insieme a FattoreWow un'azienda che si occupa di comunicazione digitale. E' vegetariana, adora i gatti, molto combattiva e adora film e libri di fantascienza, primi fra tutti Asimov e Dick.

Vedi tutti gli articoli dell'autore

Get Adobe Flash playerPlugin by wpburn.com wordpress themes

Il nostro uso dei cookie

Come la maggior parte dei siti web, anche noi utilizziamo i cookie per fornire un servizio personalizzato e reattivo. Utilizziamo i cookie per consentire al nostro sito web di funzionare in modo più efficiente e per migliorarne le prestazioni.
Occorre solo un ok per proseguire.
Diversamente, cliccando sulla croce, i cookie saranno disabilitati.

Cliccare per proseguireAccetto i Cookie