Googolismo – La religione di Google

Condividi, fai crescere BananAffair!

“Google è la creazione umana che più si avvicina a Dio. Ma almeno siamo sicuri che esista.”

Blasfemia? Provocazione? Forse verità….

Siamo i primi entusiasti dei “miracoli” tecnologici che questa azienda continua a produrre, ma sapere che che esiste una comunità di fedeli, beh ci ha lasciati prima perplessi e poi divertiti.

Abbiamo trovato sul web La Chiesa di Google, una comunità virtuale che sostiene la “venerabilità” del motore di ricerca in quanto divinità. Con tanto di prove (stranamente non prive di senso) a favore della loro tesi!

Ma sono seri?? Ecco qualche estratto dal sito, purtroppo solo in inglese: The Church of Google.org

9 prove della natura divina di Google:

1 Google è (quasi) Onniscente
I suoi database contengono miliardi di pagine continuamente rilette e aggiornate con informazioni riguardo (quasi) tutto lo scibile umano.

2 Google è Onnipresente
Google è virtualmente accessibile da ogni punto della terra allo stesso momento, grazie a reti wi-fi e connessioni satellitari.

3 Google risponde alle preghiere
Sotto forma di ricerca, ogni preghiera viene ascoltata ed esaudita.

4 Google è immortale
Essendo una presenza virtuale e non fisica, allocata su migliaia di server, Google è potenzialmente immortale.

Google è infinito
La conoscenza di Google cresce con il Web stesso e non vi sono motivi di credere possibile la fine del World Wide Web

6 Google ricorda tutto
Grazie all’uso di cookies e account, Google impara a conoscere le nostre abitudini e conserva la memoria delle nostre azioni sul web senza dimenticarle mai.

7 Google “non può essere malvagio”
“Onnibenevolenza”. La colonna portante della filosofia aziendale è “don’t be evil”. Si può fare soldi anche comportandosi correttamente.

8 Primato
Secondo Google Trends la parola “google” è cercata più di “God”, “Jesus”, “Allah”, “Buddha”, “Christianity”, “Islam”, “Buddhism” e “Judaism” INSIEME

9 Prova dell’esistenza
Non vi è mistero rispetto all’esistenza di questa divinità. La sua presenza fa parte del nostro quotidiano, non è velata dal mistico e non richiede atti di fede.

————————————————————————————————————————————————

Dite la verità… si è già capito….

L’intento non è certamente quello di creare una vera e propria “setta” di fedeli, nessuno qui si vuole davvero sostituire al Cristianesimo o all’Islam…Chiesa Google

Ma da un punto di vista puramente scientifico ed oggettivo, i motori di ricerca in genere hanno davvero qualità fenomenali, e Google più di tutti. Se credete nelle religioni rivelate ma le ritiene una necessità antropologica di rimettere richieste e desideri ad un essere superiore, onnisciente ed onnipresente,  incapace di malvagità… l’associazione è ancora più semplice ed intrigante.

Chi non si è sentito offeso può godersi la sezione “festività”, “preghiere” o quella dei “comandamenti”.

“Non avrai altro Motore di Ricerca all’infuori di me”

“Non usare il verbo “Googolare” per ricerche su Motori minori”

Noi l’abbiamo trovato divertente e ricco spunti di riflessione, “tecnologica” più che “teologica”.

Voi cosa ne pensate?


Commenti Da Facebook

C'è 1 commento pubblicato direttamente su BananAffair

  1. mery - 3 marzo 2014

    ahahahahahahah! con mio zio scherzando ne avevamo parlato ma noi la avevamo chiamata “religione googuliana” xD beh si dai google è un Dio! :’) forte sta cosa, molto sconcertane però!
    io e mio zio siamo rimasti felicemente sorpresi!

Lascia un commento


Nome (Richiesto)

E-Mail (Richiesta)

Sito Web

Articoli che potrebbero interessarti

In % è espresso il grado di correlazione con l'articolo di questa pagina.


Nato ad Helicon, regione di Arturo il 11988 E.G. / -79 E.F. Ha studiato presso l'Università di Streeling

Vedi tutti gli articoli dell'autore

Get Adobe Flash playerPlugin by wpburn.com wordpress themes

Il nostro uso dei cookie

Come la maggior parte dei siti web, anche noi utilizziamo i cookie per fornire un servizio personalizzato e reattivo. Utilizziamo i cookie per consentire al nostro sito web di funzionare in modo più efficiente e per migliorarne le prestazioni.
Occorre solo un ok per proseguire.
Diversamente, cliccando sulla croce, i cookie saranno disabilitati.

Cliccare per proseguireAccetto i Cookie