Google TV vs Apple TV – Le differenze a confronto!

Condividi, fai crescere BananAffair!

Ne abbiamo sentito parlare, ci incuriosiscono, alcuni di noi già le vogliono.

Ma chi può dire di conoscerle davvero?

Cerchiamo di fare chiarezza sulle maggiori differenze tra la Google TV e la Apple TV.

Google TV vs. Apple TV – Entrambe disponibili?

Al momento no. Apple TV consiste in un decoder, o box, costa 189€ con consegna gratuita (vedi link in fondo alla pagina) e i contenuti di iTunes sono ovviamente venduti separatamente (vedi link in fondo alla pagina)

Google TV è invece integrate nelle internet TV di Sony o è venduto con un box separato Logitech. I prezzi in Italia non sono ancora noti al momento.

Google TV vs. Apple TV – Sono la stessa cosa?

Entrambe si chiamano TV, ma fanno cose ben diverse.

Ecco una tabella che dovrebbe semplificare la scelta, con quelle mille differenti caratteristiche, ed evitarvi di leggere invece un post lungo sei pagine!


Google TV

Apple TV

Decoder – Box Set Venduto separatamente o integrato nei televisori Sony e Blu-Ray Players. Non tutti, consultate i modelli della sezione Sony Internet TV. Si tratta di un box set simile al decoder di Sky, con diversi spinotti jack sul retro. Si compra solo tramite Apple.
Web Browsing E’ il suo scopo primario, reso possibile da Google Chrome integrato. Navighi il web sulla tv, guardi la tv tramite internet! C’è bisogno di un “hack” ed in seguito occorre evitare l’update del software. Può annullare la garanzia.
Come trova i programmi Può cercare e trovare show singoli o vedere i normali canali della TV. Può anche visualizzare contenuti video da YouTube e simili, o scaricare programmi podcast. Si può cercare un film attraverso la ricerca per attore, titolo o regista, fra quelli acquistati su iTunes.
Video Recording Può trovare uno show da registrare e vedere in seguito. Solo se collegato ad un computer e se l’operazione di impostazione data/ora dello show è effettuata in altro modo. Il contenuto deve poi essere trasferito su iTunes.
Contenuti disponibili Tutto quello che è disponibile su Internet. Si possono comprare film su Amazon, Shoutcast, Rhapsody, Hulu, Vevo, e presto YouTube. Tutto ciò che avete su iTunes. YouTube è compatibile, per il momento.
Sottotitoli Closed caption e sottotitoli forniti da Google Translation. Questo significa, sottotitoli per ogni video, ma qualità solo “media”, specie se traducendo in/da lingue minori. Close captioning supportato. Sottotitoli non presenti, a meno che previsti dal video, o aggiunti manualmente al video.
Contenuti non-video Supporta foto, musica, websites, videogames, Google Android Apps, flash. Audio in AIFF o WAV, foto (JPEG, BMP, GIF, TIFF, PNG).
Formati video supportati Tutto ciò che può leggere il tuo browser. Silverlight non incluso, probabilmente aggiungibile tramite apposito codec per Chrome. H.264 ma non H.264 Sample Aspect Ratio (per il momento). Fino a 720p – 1080i non disponibile per le nuove versioni. Silverlight non supportato.
Audio Dipende dal video che guardiamo e dal setup del nostro home theatre . Supporta  Surround 7.1 e Dolby Digital 5.1 surround, Digital optical audio, RCA analogico.
Output  

Video

HDMI HDMI, Component video, (cavi non inclusi)
User Interface Possibilità di personalizzazione dell’home screen con accesso rapido ai siti, canali e siti preferiti. Front Row software per Max OS X 10.5. Organizzato in 6 gruppi – Movies, TV Shows, Music, YouTube, Podcasts, e foto
Compatibilità TV Ad oggi ancora non esistono liste di compatibilità. Non compatibile con televisori vecchi a meno che abbiano capacità di 480i o superiori. Connettori RCAe F/RF non inclusi.
Hardware Sony (TV and Blu-Ray), Logitech (Universal Remotes, companion boxes), Intel (CPU power). N/A
Specifiche Hardware Wi-Fi,Ethernet, HDMI da via cavo/satellite, DSP dedicato, keyboard e dispositivo di puntamento. Non si parla ancora di capacità. Si mormora 8GB. 802.11 b/g/n, Airport, 10/100 Ethernet – 16GB di capacità (al momento).
Telecomando Telecomando incluso, Smartphones Android. Il protocollo IP sarà open source quindi aspettiamoci belle applicazioni! (ma ne vedremo mai per iPhone?) Telecomando incluso – ma voci vogliono che il volume del telecomando sia solo per la musica (??). iPhone, iPod Touch, iPad compatibili tramite apposite apps.
Software Android 2.1 (aggiornabile), Google Chrome, plugin  Flash 10.1, Android Apps. Android market Google TV solo dopo il lancio ufficiale. Web e TV APIs consentiranno l’accesso a contenuti TV content dal Web. Youtube Leanback Google Listen and Watch inclusi. Sincronizzazione con iTunes e  iPhone Remote app.
Developer  

Friendly?

Open Source sia per Android che per Chrome OS.Google TV SDK, TV WEB API e Android Market disponibili da inizio 2011. Non ancora disponibile il pacchetto per sviluppatori ma suppostamente in arrivo.

Conclusioni, onestamente parlando:

Se chiedete a me, Google TV vince sulla Apple TV con un milione e mezzo di punti di scarto, su una scala da uno a dieci.

E non perchè nell’eterna lotta sono chiaramente sempre schierato dalla parte di Google, ma perchè oggettivamente, La Google TV offre di più. Molto di più.

Integrare i due media che consumo di più, con la comodità di leggere le mail mentre guardo la TV senza dover tenere il portatile sulle ginocchia, mandare un link dal cellulare alla Tv, accorgersi che hai perso una puntata del tuo telefilm preferito, mettere in pausa e vedere quello della settimana scorsa…. già me lo sto gustando!

Con una applicazione di controllo vocale (che già dovrebbe essere presente per Android GingerBread) allora si che avremo la TV che abbiamo visto nei film di fantascienza.

Uno o due punti a favore della Apple TV li posso trovare nel prezzo (decisamente più economica!) e nel fatto che se uno ha già un sacco di contenuti su iTunes, in effetti vederseli sulla tv anziché sul Mac/PC può essere piacevole, così come sfruttare un po’ di più quel bel home theatre che vi siete comprati e ascoltarvi i Metallica a tutto volume senza dover collegare il portatile ogni volta.

Un po’ debole come motivazione per quei 189€ per un bel prodotto, sicuramente, ma che comprerei solo se non esistesse l’altro mostro marchiato Google.

Se qualcuno di voi ha un box Apple TV e vuole farci sapere la sua, siete i benvenuti!

Commenti Da Facebook

Ci sono 3 commenti pubblicati direttamente su BananAffair

  1. Gjidea - 29 novembre 2010

    Vogliol’esosa Google TV!!!!

  2. FattoreWoW - 30 novembre 2010

    Dei tagli sui prezzi dei sistemi Sony che integrano la Google TV fanno pensare ad un inizio piuttosto negativo. Altri pareri invece parlano ancora di una comprensione da parte del grande pubblico che tarda ad arrivare.

  3. Nuove tecnologie vincenti del 2011 « BananAffair.it - 10 gennaio 2011

    [...] Web TV. Ne abbiamo già parlato, la web tv consiste nel poter vedere i contenuti della rete direttamente sul browser della propria tv. [...]

Lascia un commento


Nome (Richiesto)

E-Mail (Richiesta)

Sito Web

Articoli che potrebbero interessarti

In % è espresso il grado di correlazione con l'articolo di questa pagina.


Nato ad Helicon, regione di Arturo il 11988 E.G. / -79 E.F. Ha studiato presso l'Università di Streeling

Vedi tutti gli articoli dell'autore

Get Adobe Flash playerPlugin by wpburn.com wordpress themes

Il nostro uso dei cookie

Come la maggior parte dei siti web, anche noi utilizziamo i cookie per fornire un servizio personalizzato e reattivo. Utilizziamo i cookie per consentire al nostro sito web di funzionare in modo più efficiente e per migliorarne le prestazioni.
Occorre solo un ok per proseguire.
Diversamente, cliccando sulla croce, i cookie saranno disabilitati.

Cliccare per proseguireAccetto i Cookie