Google ha l'influenza (in pugno)

Condividi, fai crescere BananAffair!

Di migliorare non si finisce mai…

Questo hanno probabilmente pensato al CDC (Centro di Controllo e Prevenzione delle Malattie negli Stati Uniti d’America) quando hanno risposto alla chiamata di qualche zelante impiegato di Google.
E così devono aver pensato tutti gli altri centri di ricerca nazionali e internazionali, alla notizia della comparsa di Google Flu Trends.

Nell’analisi della così detta “stagionalità” di alcuni termini di ricerca, il più noto fra i motori di ricerca si è infatti accorto di una straordinaria correlazione fra il volume di ricerca di parole correlate all’influenza ed il numero di malati registrati dai centri menzionati.

Questi centri, contano su migliaia di medici che, ad esempio negli Stati Uniti, visitano più di 16 milioni di pazienti all’anno, producendo settimanalmente dei rapporti statistici dettagliati.
Google, da parte sua, conta invece su numeri enormi di users e tempi di elaborazione decisamente più brevi…

Si tratta di un semplice snapshot, visitate il sito per il video integrale!
Dove sta la meraviglia? Bè nel fatto che Google è in grado di consegnare dati sulla diffusione di un virus influenzale ben due settimane prima di ogni altro centro di salute nazionale!
Immaginate l’utilità di una tale applicazione sotto la minaccia di una diffusione pandemica che può causare milioni di infezioni, come quella del 1918 o quella “scampata” dell’influenza suina (a proposito, esiste anche una versione di Google Flu per il Messico). Di tanti progetti aperti, credo che questo sia fra i piu sensazionali…
Due settimane di anticipo per decidere quali contro-misure adottare possono davvero fare la differenza!

Commenti Da Facebook

C'è 1 commento pubblicato direttamente su BananAffair

  1. Google può predire il futuro? - 11 ottobre 2010

    [...] In uno dei primissimi post di BananAffair, ormai quasi un anno fa, vi mostrammo la possibilità di predire la diffusione del virus influenzale attraverso le ricerche effettuate su [...]

Lascia un commento


Nome (Richiesto)

E-Mail (Richiesta)

Sito Web

Articoli che potrebbero interessarti

In % è espresso il grado di correlazione con l'articolo di questa pagina.


TheBigMtt vive a Londra. E' cresciuto nel Torinese, ma ha vissuto per un po' anche a Barcellona. Spende in rete circa 12-13 ore al giorno, ma trova anche il tempo di dedicarsi a un po' di sano sport. Parla correttamente 3 lingue, e altre due così così. Ha una laurea in Scienze della Comunicazione e lavora nel campo del Search Engine Marketing per una conosciuta agenzia pubblicitaria. E' un patito di statistiche e percentuali, un analitico e visionario, mosso ed ispirato dal principio dell' ESPOSIZIONE (tutto, ma proprio tutto ti insegna qualcosa. Ben vengano i viaggi, le confusioni e gli imprevisti. Ben venga tutto ciò che mi può far girare la testa e perdermi nel mondo....)

Vedi tutti gli articoli dell'autore

Get Adobe Flash playerPlugin by wpburn.com wordpress themes

Il nostro uso dei cookie

Come la maggior parte dei siti web, anche noi utilizziamo i cookie per fornire un servizio personalizzato e reattivo. Utilizziamo i cookie per consentire al nostro sito web di funzionare in modo più efficiente e per migliorarne le prestazioni.
Occorre solo un ok per proseguire.
Diversamente, cliccando sulla croce, i cookie saranno disabilitati.

Cliccare per proseguireAccetto i Cookie