Errori grossolani: non soltanto Apple!

Condividi, fai crescere BananAffair!

Da buon Androidiano equilibrato, o meglio così mi piace pensare di essere, mi sono convinto che fosse giusto ricordare qualche errore di marketing e di progettazione che hanno fatto infuriare molti clienti dei principali concorrenti di Apple.
Insomma l’azienda di Cupertino potrà anche aver fatto un grosso errore per quanto riguarda l’antenna del suo nuovo iPhone 4, ma guardiamoci negli occhi e diciamoci la verità: c’è chi ha fatto di peggio e passa inosservato.

Certo, come leggevo ieri in una discussione su un forum, l’aggressività e l’attenzione dimostrate contro Apple ad ogni minimo errore sono dovute a quello che molti considerano il marketing più arrogante del mondo che ha prodotto milioni di fedeli/crociati (i fanboy). Questi si scontrano con i NON-fanboy che hanno la stessa capacità di discussione creando pagine di insulti e di “ce l’ho più lungo io”.

Tre sono gli esempi di errori più evidenti che mi vengono in mente.

Partiamo dal mio amato terminale mobile, l‘HTC Desire insieme al gemello Nexus 1, ai quali i progettisti hanno deciso di montare uno schermo che non fosse completamente multi-touch. Mi spiego: all’incrociare degli assi delle coordinate delle dita, il sistema inverte il riconoscimento della posizione dei polpastrelli.
Nell’utilizzo normale questo difetto non viene mai fuori fino a quando non si deve manipolare lo schermo per un’applicazione più complessa, come un videogioco. Per un terminale con caratteristiche hardware del genere, processore da 1 GHz e più di 500 MB di ram, sembra davvero una presa in giro.

Microsoft ha appena annunciato che i suoi nuovi Kin 1 e 2 non arriveranno mai in Europa e che ne verrà terminata presto la produzione.
Il motivo del fallimento dei due nuovi dispositivi votati alla vita sociali e dedicati ad un pubblico giovane, deve essere ricercato nella pessima scelta del sistema operativo che pulsa sotto la scocca  dei nuovi Windows Phone: Windows CE, un SO di 10 anni semplicemente aggiornato nella grafica. Questo pare abbia davvero mozzato le gambe al decollo dei due apparecchi, dei quali pare siano stati appena venduti 500 unità in USA nelle prime settimane tramite internet (il dato non è ufficiale, ma comunque credibile).

Nokia lanciò l’N95. Mi chiedo come fecero i progettisti a permettere l’uscita di un telefono così lento rispetto alla multimedialità per il quale era stato concepito. Minuti per aprire la cartella dei messaggi e per scorrere le gallerie delle foto fecero venire la nostalgia dei robusti e sempre accesi 3310.

Vi vengono in mente altri lanci sul mercato particolarmente infelici e non azzeccati?

Commenti Da Facebook

Ci sono 13 commenti pubblicati direttamente su BananAffair

  1. Andrea - 12 luglio 2010

    In proposito al difetto mostrato nel video quoto il pensiero di uno dei padri della programmazione, Alan Kay: “People who are really serious about software should make their own hardware”.
    Forse proprio l’aver seguito questo consiglio, l’averne fatto la propria filosofia, ha fatto di Apple l’azienda di successo che è con milioni di supporter conquistati dalla lungimiranza e la qualità (non perfezione) dei prodotti e non certo dal “marketing più arrogante del mondo”.

  2. Gian Piero Biancoli - 13 luglio 2010

    @ Andrea

    Non è marketing più arrogante del mondo la campagna I’m a Mac oppure Hasta la vista, Vista?

    E’ normale che chi si atteggia a primo della classe, quando toppa alla grande, sia preso in giro da tutti (carina quella di Nokia).

    Mac :
    No buttons
    No receptions
    No storage
    All ego.

    :-)

  3. Andrea - 13 luglio 2010

    Prima di puntare il dito forse andrebbe dimostrato che abbia davvero “toppato alla grande”, magari, piuttosto che parlando per sentito dire, sperimentando personalmente e dimostrando che è un problema che riguarda solo Apple (qualcosa mi dice di no).

    “Imputare” il successo di Apple al suo marketing più che alla qualità (superiore rispetto alla concorrenza IMHO) dei suoi prodotti: non è forse l’atteggiamento più invidiosetto del mondo tipico di chi non è il primo della classe e vorrebbe tanto esserlo?

    In effetti Vista è un ottimo sistema operativo..già.

  4. FattoreWow - 13 luglio 2010

    Infatti al marketing viene imputata la scarsa simpatia del resto del mondo.
    La qualità dei prodotti Apple non mi pare venga messa in discussione. Viene piuttosto criticata l’incredibile capacità di negare difetti o punti di vista di chi non è Apple.

  5. Andrea - 13 luglio 2010

    A dire il vero, nell’articolo viene anche scritto che “il marketing più arrogante del mondo ha prodotto milioni di fedeli/crociati”, senza sottolineare che molto più probabilmente è la “modernità”, oltre che qualità, dei prodotti Apple a corrisponderle un numero così alto di fanboy: questo andrebbe ammesso per semplice onestà.

    I difetti, prima di dirli “negati” da Apple, andrebbe provato che esistano sul serio e in misura maggiore rispetto alla concorrenza!
    Così non è, molto probabilmente, e coloro che puntano il dito “per sentito dire”, evidentemente, sono gli stessi che si accontentano dei prodotti imitazione dei concorrenti di Apple.
    Trovo che, comunque, di esempi di conocrrenza sleale se ne possano trovare molti da ambo i lati.

  6. Gian Piero Biancoli - 14 luglio 2010

    @ Andrea
    “Prima di puntare il dito forse andrebbe dimostrato che abbia davvero “toppato alla grande”, magari, piuttosto che parlando per sentito dire”

    Guarda che non parlo per sentito dire, sei tu che stai negando l’evidenza.
    Ma se ne vuoi altri… Anandtech e Gizmodo sono abbastanza attendibili?

    E negare l’evidenza è un comportamento classico da fanboy.
    Anzi da Apple stessa, visto che cancella dai propri forum i commenti che linkano alla recensione di Consumer Report. (documentato anche questo qui)

    E, concludo, il fanboy, il fanatismo lo fanno le campagne di marketing e l’immagine che l’azienda vuol dare di se, non tanto la qualità dei prodotti che è pur innegabilmente molto buona (anche se a prezzi da ladri). La gente fa la fila (o prenota) prima che esca un prodotto, compra sull’emozione, non sulla necessità o qualità del prodotto.

    Adesso, visto che continui a sostenerlo, sarebbe il caso che tu linkassi qualche recensione che afferma che non esistono problemi di antenna… se esistono.

    Salutoni e state benone

  7. Gian Piero Biancoli - 14 luglio 2010

    Anche sulla “modernità” (magari intendevi “innovazione”) dei prodotti Apple ci sarebbe da scrivere un fiume di parole, ma preferisco non infierire… per ora. :-)

  8. FattoreWoW - 14 luglio 2010

    @Andrea: solo per puntualizzare, nell’articolo viene detto che quel tipo di marketing ha finito per creare dei mitomani, ma non che sono tutti così, pensavo fosse chiaro. Infatti a questi vengono contrapposti, nella frase successiva, gli “anti-fanboy” che allo stesso modo non sono in grado di discutere obiettivamente sui prodotti Apple.

  9. Andrea - 14 luglio 2010

    @Gian Piero Biancoli

    Quanta veemenza!
    Scusa non avevo capito che possiedi un iPhone 4, l’hai testato e non sei soddisfatto della sua ricezione perchè è inferiore rispetto a devices “paragonabili”.
    Se così non è allora, mi spiace, parli per sentito dire.
    E lo fai per sentito dire da chi fa del parlar male di Apple la propria fonte di guadagno (non il massimo dell’informazione direi..) o devo intendere che non conosci come “fanno i soldi” certi blog?
    Non ho evidenza di questo cattivo funzionamento, o meglio, trovo che in iPhone 4 non sia presente in misura maggiore rispetto gli altri telefoni dato che tra tutti i cellulari che ho avuto modo di provare nessuno “non perde tacche” se gli viene coperta con la mano l’antenna (sì, anche il tuo se ne possiedi uno).
    Dunque non nego l’evidenza semplicemente perchè evidenza sinora non ce n’è; solo un gran parlar male più o meno a sproposito.
    Quanto a Consumer Reports (che certamente non guadagna nulla dal parlar male di iPhone 4): forse hai letto quello che ti faceva più comodo leggere; lascia che ti aggiorni.
    Tralasciando che altri ingegneri hanno messo in dubbio l’attendibilità dei test sulla ricezione, consumer report definisce iPhone 4 il migliore smartphone in commercio tuttavia non ne consiglia l’acquisto.
    Un po’ strano che l’acquisto del migliore smartphone secondo Consumer reports non sia consigliabile secondo Consumer reports. Diciamo che preferisce non correre rischi?

    Se fanatismo c’è, e certamente in misura più o meno grande ce n’è, sarà merito anche del marketing ma è da “rosiconi” non ammettere che in misura nettamente maggiore il successo di Aplle si deve alla qualità superiore rispetto alla concorrenza di ciò che vende.
    Chi per motivi di prezzo od altro non ha constatato tutto ciò continui a spender i propri soldi come meglio crede ma per onestà almeno eviti di parlare sempre e solo per fonte indiretta.

    “Adesso, visto che continui a sostenerlo, sarebbe il caso che tu linkassi qualche recensione che afferma che non esistono problemi di antenna… se esistono.”

    1) Non ho ancora sostenuto che i problemi incriminati non ci siano del tutto (leggimi meglio), solo che mi sembrano esserci in misura assolutamente paragonabile a quella di qualunque altro telefono cellulare, ne più nè meno.
    2) Lasciami pensare che tu sappia cercare in internet da solo e che accedere all’informazione non sia un problema per te, GIYF.

    Non faticherai a trovare pareri discordanti da quelli che caldeggi con così tanta veemenza ma se vuoi una mano comincia da http://www.youtube.com/watch?v=5KtB6yFAwt0&feature=player_embedded

    Saluti

    P.S.
    Preferisco “modernità” nel senso etimologico del termine per sottolineare che ogni innovazione introdotta da Apple ci proietta nel futuro pur agendo nei limiti del tempo presente

  10. TheBigMtt - 15 luglio 2010

    Un sano e deciso confronto di idee, supportate da un mare di link. Così mi piacete ragazzi!! :-)

    Per dovere di cronaca ho mixando info da un articolo di SkyNews e da una mail interna aziendale:

    Apple non richiamerà nessun Iphone 4 perchè… semplicemente costerebbe troppo. Venerdì 16 luglio alle 19 ora italiana si terrà una conferenza sulle contromisure che verranno prese. Si parla di regalare la custodia di plastica (valore 19$) per risolvere il problema.

    Per una soluzione definitiva occorrerebbe un vero e proprio re design del telefono, cosa che richiede tempo (progetto, test, riprogrammazione delle macchine). Potremmo vedere un iPhone4 senza problemi di ricezione verso làestate 2011, quando si chiamerà probabilmente iPhone5.

    fonte: http://blogs.news.sky.com/techtalk/Post:fc4f442e-d232-4454-b6b2-c30593a30179

  11. FattoreWoW - 15 luglio 2010

    Stavo anche pensando ai vari terminali che si sono rifiutati di mettere in dotazione la presa jack 3.5 mm.Costringere un utente a prendere pezzi come gli auricolari dedicati mi è sempre sembrata una forzatura e una “violenza”.

  12. FattoreWoW - 15 luglio 2010

    Il ritiro dal mercato paventato da molti blog sulla rete del nuovo iPhone 4 costerebbe a Apple 1,5 miliardi di dollari.
    Ma nella conferenza di domani è anche possibile che Apple rilasci indicazioni su come possa essere risolto il problema (spero non con un bumper).

  13. Gian Piero Biancoli - 15 luglio 2010

    Conferenza per il problema dell’antenna? Ma quale problema di antenna? Non esiste nessun problema di antenna! :-)

Lascia un commento


Nome (Richiesto)

E-Mail (Richiesta)

Sito Web

Get Adobe Flash playerPlugin by wpburn.com wordpress themes

Il nostro uso dei cookie

Come la maggior parte dei siti web, anche noi utilizziamo i cookie per fornire un servizio personalizzato e reattivo. Utilizziamo i cookie per consentire al nostro sito web di funzionare in modo più efficiente e per migliorarne le prestazioni.
Occorre solo un ok per proseguire.
Diversamente, cliccando sulla croce, i cookie saranno disabilitati.

Cliccare per proseguireAccetto i Cookie